Ceanothus

L'irrigazione del Ceanothus

Il tipico e policromo arbusto proviene dall'America del Nord e fa parte del grande raggruppamento tassonomico delle Rhamnaceae. Ancorché non eccessivamente diffuso in Italia, viene assai considerato per l'ornamento di spazi verdi in virtù della sua fioritura durevole, con tinte che spaziano in varie tonalità dal blu al viola, e del suo portamento, eccellente per valorizzare ogni angolo di un parco o della terrazza. Questo sempreverde presenta, di norma, moderate esigenze di bagnature e si dovrà principalmente aver cura di mantenere con assiduità il terreno umido. Nel caso in cui il suolo si dovesse presentare asciutto o disseccato, invece, occorrerà annaffiare con dovizia. In ogni modo, sarà basilare evitare le stagnazioni idriche, potenzialmente rischiose per il sistema radicale del Ceanothus.
Ceanothus

Marigold- Tagetes Erecta- Bianco- 25 semi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,05€


Cura e coltivazione

Ceanothus pianta Normalmente, il Ceanothus viene posizionato per abbellimento in ampi parchi, ma potrà agevolmente essere ricoverato anche in un recipiente. In entrambi i casi, comunque, dovrà essere approntato un terreno dotato a sufficienza di sostanze organiche, a cui si dovranno unire torba e materiali sabbiosi in grado di rendere meno compatta la base e favorire l'efficiente drenaggio. Se sistemato in contenitore, l'arbusto potrà essere sottoposto ad operazioni di rinvaso all'arrivo delle prime giornate primaverili, con frequenza almeno biennale, avendo cura di utilizzare recipienti leggermente più capienti. Viceversa, la pianta non avrà particolare bisogno di opere di potatura, risultando bastevole per il benessere dell'arbusto la periodica eliminazione dei rami ormai rinsecchiti e del fogliame rovinato o ingiallito.

  • Lantana Il nome della Lantana si riferisce al genere di piante Dicotiledoni, appartenente alla famiglia delle Verbenacee e comprendente, inoltre, numerose specie, la maggior parte delle quali originarie dell’...
  • dalia rosa La pianta della dalia è originaria del Messico, è coltivata spesso nei giardini e ne esistono di tante qualità: decorative, quelle con fiori di grandi dimensioni e disposti a raggi, quelle con petali ...
  • foto gelso Il gelso, nome comune per morus, appartenente alla famiglia delle Moraceae comprende un piccolo genere di alberi decidui, molto affascinanti per il loro sviluppo, che nel corso degli anni diventano co...
  • gelso Il gelso è un albero da frutto secolare appartenente al genere Morus e alla famiglia delle Moraceae. E’ diffuso in Asia, Europa e Nordamerica, ma le sue origini si riferiscono alla Cina orientale e ce...

GETSO 20 pc/Sacchetto Piante di Ortensia, Hydrangea paniculata 'Vaniglia Fraise', Rara Bonsai Fiori di Ortensia pianta in Vaso per Il Giardino di casa: 2

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,94€


La fertilizzazione

Ceanothus fiore Ovunque sia collocato, il variopinto sempreverde dovrà essere concimato con la dovuta attenzione, in base eminentemente alla stagione climatica in corso. Durante le stagioni primaverile ed estiva andrà costantemente fertilizzato, ogni 30 giorni in genere, mentre nel periodo rigido i conferimenti di concime dovranno essere sensibilmente limitati o addirittura interrotti in pieno inverno. Potranno essere impiegati all'uopo fertilizzanti a natura solida, caratterizzati dal rilascio progressivo, ovvero i più tradizionali di natura liquida, disciolti nell'acqua di irrorazione. In tutti i casi, saranno prescelti concimi specifici per la tipologia di arbusto o anche generici per piante fiorite, con significativa prevalenza di componenti azotate e potassiche, in aggiunta ai sempre necessari meso e micro elementi. 


Esposizione e possibili malattie

Coltivazione ceanothus Forte ed abbastanza resistente, questo arbusto sempreverde dovrà essere collocato in ambiente opportunamente areato ed illuminato, anche se di preferenza sarà consigliabile non esporlo ai raggi diretti del sole, potenzialmente dannosi per la caratteristica chioma della pianta. Da evitare in assoluto le condizioni climatiche troppo rigide, che possano cioè scendere al di sotto dello 0 C°, ed i bruschi flussi d'aria ventosi, capaci nei casi limite di provocare il grave danneggiamento e persino lo sradicamento del sempreverde. Infine, l'arbusto, mentre per sua natura difficilmente potrà essere sottoposto ad attacchi di insetti e parassiti, teme considerevolmente le muffe e diverse patologie fungine alle proprie radici, dovute nella maggior parte dei casi a stagnazioni di acqua nel terreno di coltura.



  • ceanothus Questo genere comprende 45-50 specie di arbusti caduchi o sempreverdi originari dell'America settentrionale, soprattutto
    visita : ceanothus

COMMENTI SULL' ARTICOLO